LIFE AFTER LIFE BY ZHANG HANYI (2016 PRC ’80)

 

It’s hard to say exactly when it happens. A hare is let loose in the forest, a dog gives chase and the boy tears after them, his father in tentative pursuit. Minutes pass, the forest falls silent, and when the boy re-enters the frame, something has changed: he now speaks with the voice of his dead mother. She says she’ll leave again once she’s completed one simple task, to replant the tree that stands before their now abandoned home. But where do you move a tree to when it feels like the whole area is taking its last breaths? 

Sviluppo industriale e migrazione hanno spopolato un villaggio nelle campagne dello Shaanxi. In pochi resistono in questo territorio desolato e aspro. Ad anni di distanza dalla sua morte, lo spirito di Xiuying prende possesso del corpo del figlio. È tornata tra i vivi per chiedere al marito di spostare un albero dal cortile della loro vecchia casa e trapiantarlo in una valle vicina. Le radici della pianta però sono profonde, i mezzi a disposizione scarsi e il tragitto lungo. L’uomo, accompagnato dal figlio posseduto, inizia la ricerca di persone disposte ad aiutarli.

Facebook IconTwitter IconInstagram